venerdì 4 novembre 2016

LE MOZZARELLE DELLA MARIA


E' banale decantare le lodi dell'amore?
Vivere liberandosi, disinibendosi?

"Allegria!" - un garzone urlava per la via -
Consegnava le mozzarelle alla Maria.
"Allegria!"



Quali guerre, quali atomiche, quali morti?
E' sufficiente portare le mozzarelle alla Maria...

E le prime sensazioni dell'adolescenza,
la curiosità, innocente spensieratezza

E un vecchio alla fine
chiedeva di tornare bambino
Diceva: -"Ho scordato il gioco dell'amore
potrei riprendere 70 anni, a cauzione s'intende,
poi ve li rendo?-

Ricordare che la morte 
è l'amica più vicina, può incentivare
diceva Ninì...

E le bandiere alzate a gruppo
segno di un cameratismo stabilito ed inviolabile...

Non c'è che dire
l'amore ha la forza di ribellione
squisitezza informale di un demone bambino

C'è un solo tempo per amare
e uno per perderlo...

giovedì 3 novembre 2016

SOLDATI


Viviamo in pace
con il germe della guerra
nascosto e segreto
impiantato
nell'intestino
pronto da espellere

Viviamo in pace
con la debolezza dell'odio
implicita all'amore
in un'isterica convivenza

Viviamo in pace
per non vivere in guerra
e da sempre
siamo dei soldati
votati all'ideologia dei leader del momento
pronti per il fronte...

venerdì 7 ottobre 2016

UN CUORE COSI


diceva di avere un cuore
lo sentiva ritmare la notte
nel buio del silenzio che lambiva la sua stanza

erano battiti vitali
vita

ma appena albeggiava
lo confinava essere un cuore privo d'amore e d'odio

un organo a sé

quando invece nella memoria
era stato un cuore d'inaudita bellezza interiore

UN CUORE COSI
libero di pensiero e d'emozione
















adesso lo sentiva battere
ma sia di notte che di giorno 
perdeva la sua bellezza emotiva
e non si chiedeva più la sua sofferenza

era diventato un cuore come gli altri
e non si dava pena...


giovedì 29 settembre 2016

MAI IL TUO PENSIERO


ora va bene
qui gioca la volubilità
di un'anima dal viaggio perenne
è tutto qui sai
niente di più

cosa sarà domani
non lo so
e non mi stupisco
se sento ancora il tuo profumo
o se guardo come guardi tu
sono parallela


potrei esistere
comunque
ovunque
senza di te con te
vivendo
con una mente in solitaria
posata per istillazione
sulla tua

potrei dimenticare il tuo nome
la tua storia
te
e mai il tuo pensiero
viaggiando sulla luna...

martedì 30 agosto 2016

MITI DI BURRO



miti occidentali
post industriali
post nucleari
in un medievo redivivo
miraggi e allucinazioni
furono mai cosi reali

miti di burro


miscelati e confusi
inutili e privi di caparbietà
immagini sognanti e mediterranee
orizzonti privi di volitiva forza politica
inermi
vermi dentro l'assenza
in viaggio verso l'omertà più oscura

miti di burro

e violenza
stupida e gratuita
che genera paura

l'iceberg di burro si scioglie
qui nel Mediterraneo
possiamo friggere
due uova in camicia

ANCORA VIVA



che freddo sulla dorsale
stasera
quando l'amore non è qui
ma prende un'altra strada
proprio quella
non puoi rincorrerlo
ormai no
se ne va
e poi chissà 
se lo era veramente
ti chiedi
cosi sulla veranda
con uno sguardo ebete
senza più risentimento
smarrita e ancora viva
ancora viva...




venerdì 26 agosto 2016

SERALE A PONZA



inseguo un ladro di tramonti
e di un sole rosa
a picco sul confine del mare
 che poco a poco scende
fino a sparire
e sparisce
senza lasciare traccia di sè

l'orizzonte


così ogni sera per magia
il mare assorbe 
il sole e la sua atomica energia
e non svela dove lo porta

poi
tutta la baia si avvolge nel silenzio
mentre il mare continua ad entrarvi, cheto
e, vi entra senza permesso
come l'amante di una donna
e, fugge poi all'alba nel maestrale
mantenendo il segreto dell'incontro

sono intrappolata ora nelle immagini
senza desiderare alcunchè
sedotta
da notti come questa
ventilate e piene di stelle
in cieli che sono arazzi lucciccanti e magici
che mi feriscono il cuore
con la loro spontanea bellezza

cantano le sirene
anche qui
lì dietro quello scoglio
mentre Palmarola
tace 
la sua sorpresa

fino a domani...

mercoledì 15 giugno 2016

CORPO AMATO



pelle d'oasi
eri, e
rifugio dal nulla
fuori e dentro

corpo amato

non eri il dove
nè il quando
né il come

bastava 
sfamare
il desiderio che ti percorreva
elettrico
famelico
autentico



corpo amato

ora disegno stampato
di linee congiunte e curve
nella penombra
di una stanza che è la mente

sfiorare
sfiorarti
è stato questo
l'infinito stupore

toccarti

corpo amato

mercoledì 25 maggio 2016

ULURU -AYERS ROCK





vigilia
sul bush
consumato
da un colore verde smarrito

lo circondano
radure estese 
mappe segrete
che conducono
per istinto
al dreamtime

ho i piedi bagnati di terra rossa
tatuati, ora
cammino verso Uluru
rapita 
da un cielo silenzioso che si tappezzerà di stelle
nel Northern Territory
così lontano
dal resto del mondo

 è un altro mondo

vedo la roccia sacra
astronave
primitiva e misteriosa
monolite gigante
sulle luci del tramonto
che l'infuocano
e divento elemento umano
d'arenaria
arenata
qui
davanti
stregata
da cerimoniose iniziazioni
e dagli Anangu
mentre il colore di Uluru
cambia
con la luce...
d'ocra, d'oro, bronzo, viola
mutante
extraterrestre...





sabato 21 maggio 2016

XY dispersi tra le nuvole




quando le stelle chiedono di voi
non so che dire

non so dove siete
né come state

nessuna lettera al mio indirizzo
nessun indirizzo per scrivere

sarà giusto così
o, io credo
tremendamente sbagliato

X Y
cromosomi dispersi tra le nuvole
nessuna lente d'ingrandimento
mi vi farà trovare 
qui sotto

è il prezzo da pagare
per avere un dolore

eravamo
predestinati 
a nessun incontro











venerdì 20 maggio 2016

FIGLIO




e oggi 
mentre guardi il tuo orizzonte
io guardo te
il mio

capisco ora
mentre sento la tua voglia di scoprire
quanto sia stata la mia
adesso non più segreta
perché ho scoperto te
grandioso disegno
del mio cuore

figlio d'amore

grande questo mare
profondo come questo mondo
voluto quanto te



intima gioia
culla di speranza
un giorno ci disperderemo
e questo sarà un ricordo
indelebile

farai la stessa cosa tu
un giorno
se un figlio
avrai...










venerdì 6 maggio 2016

LE SERE AL LIDO


dov'è
dov'è
quella spensierata felicità
lungo il litorale del Lido
quelle sere affievolite e blande di laguna
addensate di notte
e una Venezia in lontananza
che spariva poco a poco
al calare del sole
quasi fosse un sogno
e
quella calma che attorniava gli animi
 in quella dolcezza serale
che eliminava
tutte le stanchezze della sfortuna?


NON VUOI SAPERE


tu non vuoi sapere 
chi sono
oppure
non lo vuoi sentire

non posso considerarti un amico
anche se lo speravo
i miei sogni durano il tempo che trovano
e tu non hai più bisogno di fingere quello che non sei

non conoscendoci
siamo rimasti quelli di sempre


aspiravo a comunicare
quello che mai sogneremo dire
di fronte a un testimone silenzioso e tenero
qual'è il mare
e non mi è sembrato strano proprio a te

l'anima va oltre tutto e ogni cosa
è dentro e fuori di noi
è il contenitore segreto
della verità
di quello che siamo veramente

avremo parlato delle nostre anime
da bravi sconosciuti...

non intendevo chiedere più di quello che potevi dare
e non volevo dare di più di quello che hai già
e
il mare sarà testimone di altre anime...

venerdì 8 aprile 2016

TU MAI



e ora lasciati andare
non pensare più
guardati intorno
il cielo è tuo
anche il mare
sono blu
respira
quest'aria di salsedine
sulla tua pelle
ci sarà anche stanotte
quando ti addormenterai
ti cullerà
nel tuo sogno
ancora di bambina
li non sei mai cresciuta
solo nata
e continuamente sorpresa
mai arresa
mai
tu mai...




giovedì 24 marzo 2016

CERTAMENTE O NO DI SICURO? (omaggio a Buk)


cammino con aria assorta
lungo il marciapiedi
un cane mi piscia adosso
e io abbaio
contro chi non lo so
anche se un'idea ce l'ho
anche se non sembra, se non vi sembra
dovrebbe interessarvi?
certamente o no di sicuro?


ho anche una mano
l'altra non più
sta di fatto che non ho il medio

fottetevi da soli
non ho l'intenzione di entrarci
non venite a dirmi che non vi piace
dovrebbe interessarmi?
certamente o no di sicuro?

adoro il sole
quando posa il suo calore
sul mio corpo nudo,
ah, il sole,
si, al sole, al sole,
è l'estasi delle mie ore
che getto via come una bevuta

i vostri indumenti
stirati, lavati,
profumati di lavanda,
hanno l'odore del niente,
non mi dispiace nè sono felice...

SCOMPARSE


E' un secolo di scomparse

vecchi uomini donne bambini
perduti dentro la grande ruota del tempo

senza che
nessun debole soffio di vita
si prendesse un'eternità

tutto silenzioso e muto
tragico e drammatico
caduto angelo
verso l'incavo imbuto della terra
fredda polo nordica
forse gelida
nell'ultimo abbraccio
di una dea madre 
che tace il dolore anche a suo figlio

mercoledì 23 marzo 2016

UMANITA'


umanità

prendimi in braccio come un bambino
segnami con le dita l'orizzonte
fammi guardare oltre il mare
oltreconfine
non smettere di indicarmi l'altrove
devo credere
per poter guardare


dentro gli occhi di tutti
in profondità
senza paura

umanità

accoglimi 
indifferenziato apolide
senza nome
senza casa
accoglimi con forza
dentro tutti i colori umani
condividimi
senza bombe
condividimi
donando un fiore
a città che  a quest'ora
piangono se stesse


venerdì 18 marzo 2016

ENKRATEIA


il male che non voglio
è l'amore che voglio
d'aphrodisia indugio
ore d'abbandoni

e
schioccando due dita
nell'aria

ostinatamente
lotto tensiva
dentro la continenza
moderata di rimpianti
non mi lascio travolgere
e
amplio il dominio di me
resisto agli assalti
tranne nel sonno...


giovedì 10 marzo 2016

ANESTETICO



e adesso che offri amore
alle notti 
confondendo la tua pelle eterea
nel loro buio
e dai
tutto te stesso
senza paure
liberato di ogni timore
dai suoi baci
tutto così semplice 
in questo tuo nuovo abbandono
anestetico
del tuo passato dolore
ti senti vivo
fai respirare il cuore
SI!




mercoledì 9 marzo 2016

GABBIE DORATE



accade
che non si voglia fuggire
anche se si sentono richiami
o voci
che invitano ad andare

accade
che la sirena che ci parla
non ci convinca
a partire 

in fondo troviamo il mondo già troppo piccolo
più piccolo e ristretto
della nostra gabbia dorata

dentro di essa 
c'è tutto il nostro universo
 di parole
di pensieri intuitivi
di viaggi fantastici
di oceani d'amore
di collere tempestose
di pace

è tutto in noi
non importa dove siamo
è tutto in noi
dentro la nostra gabbia dorata...


giovedì 3 marzo 2016

ISIDE




ove tu sia
astrazione
m'inchino
frontale
al tuo triangolo
piramide di Giza
sulla piana
passeggio 
verso la fine
mentre
ti onoro
con fruscii leggeri
di palma...

martedì 1 marzo 2016

NEVER SAY FOREVER



never say forever

lo sai più di me
che fumando
finisce la sigaretta
e le altre
una dopo l'altra

never say forever

lo sai più di me
che niente dura
e che le ore
arrivano
e se non qui
da un'altra parte
vanno
a farsi finire

never say forever

apri gli occhi adesso
svegliati
...
neanche ora
durerai
un attimo in più
di quello che vorrai

nerver say forever






SOTTO LA PIOGGIA




e che dire
delle mille tempeste
uragani improvvisi
su corpi caldi
abbandonati
 e improvvisati d'amore

ogni goccia di pioggia
ogni goccia
scivola 

tra le pieghe 
della vita
e lava
e li rende puri
ancora una volta
una volta
ancora
puri

abbracciami mondo
io ballo 
sotto la pioggia
dentro il mio tempo!

venerdì 12 febbraio 2016

MILLE VITE


spoglierai il tuo corpo
dentro un'altra anima
e la spierai
trattenendo 
il tuo mistero
ancora

cibo puro per gli dei
dirai
davanti alla spontaneità
dell'ingenuità
che dietro i tuoi sipari
ingiuri e ambisci
segretamente
vivrai 
risorgendo
dalle tue macerie
anni di vita
confusa
e per nulla empatica
e fuggirai
dovunque tu sia
per un ovunque chissà

spoglierai il tuo corpo
dentro un'altra anima
indossando
ogni volta
vestiti nuovi...



giovedì 11 febbraio 2016

BI-POLAR



strano come il tempo
si assomigli 
e lasci medesime tracce
nonostante agisca 
da tutt'altra parte
in altri mondi
e in altre terre

a volte

trovi la tua vita
dove non credi
a volte vivi quella di qualcun'altro

mentre

il tempo è in ognuno di noi
come in ciascun ovunque

martedì 9 febbraio 2016

AVIGNONE


Bevons grenache amis
a votre santè
bevons grenache amis
a votre santitè
bevons amis en Avignon!

musica mistica
di un improvvisato suonatore
o soltanto di un generoso intimista
spande note orientali
sulla spianata
il palazzo dei papi
s'erge improvvisamente
facendo mostra di sé
come una roccia a sorpresa
sulla piazza assolata nel pomeriggio
è forte
è freddo
è pietra
medioevo riproposto
or ora
misterioso, inquisitivo
tacito di roghi passati
chiuso in sé stesso
cavallo di troia
di religiosi antichi poteri papali

e...
è il ponte d'Avignone
ad attraversare il fiume Rodano
e non il fiume
a passarvi sotto lento
a quest'ora questo ponte
sembra un dipinto realista
istantaneo e fotografico
dove nessun dettaglio sfugge alla forma
tranne lo scorrere acqueo
verso il suo delta

alle cinque
per le vie profumate di lavanda
colorate di sapone
qualche gatto
e gente rilassata

 il sole ci bacia
oggi
benedetti
e sia
Clemente VI
è oggi il nostro cerimoniere?
non è dato sapere...

Bevons grenache amis
a votre santè
bevons grenache amis
a votre santitè
bevons amis en Avignon!




venerdì 5 febbraio 2016

UN AMICO E' PER SEMPRE


un amico è per sempre
è l'anello mancante
con l'universo
da indossare per curare l'anima
per comprendere i silenzi del mondo e condividerli
per piangere
per ridere
e per deridere la vita 
insieme

l'amico è qualcosa di straordinario
perché non giudica
dice solamente
sapendo di non ferire

l'amico è un tesoro
da tenere stretto al cuore
da cullare con il pensiero
quando i pensieri sono molti
con lui
si assottigliano
e rimane solo un senso di pace
una telepatia
che la lontananza
non distrugge mai

avere un amico
è un'emozione
che non finisce mai di generare
la sua bellezza interiore
è la stima innata
che si ha per qualcuno
senza carpirne il motivo

l'amico è il cassetto segreto
dei propri sogni...

lunedì 1 febbraio 2016

IL COVO SEGRETO


in questo covo segreto
che alla chiusura del giorno m'arreca la pace
abbandono
le mie intime spoglie

e sprofondo

in un sonno che non ricorda

assopita e misteriosa
non mi sovvengo 
neppure di me...

GLI INNAMORATI



gli innamorati
si guardano con occhi curiosi
indagano tra le espressioni
dei loro volti
sono teneri
ancorché il sentimento d'amore è acerbo
e nessuno dei due
ha colto il frutto

gli innamorati
non si accorgono della vita
anzi la allontanano trasognati
isole d'amore lontanissime
in loro non traspaiono paure od odi
in loro vivifica l'amore puro

l'isola dei nostalgici, invece, 
è sempre affollata...

LA NATURA



invidia nell'osservare
la natura fatalisticamente sovrumana
cornice della vita
tacita e silente
ci tranquillizza
e ci è nemica

nella sua maestosa collera
c'è la bellezza
di una brutalità selvaggia
quel furore incontrollabile
che non tiene conto di nulla
neanche della nostra vita

il mare alterna la bonaccia agli uragani
e i marinai scendono ai porti
per grazia divina

in tutto questo gioco il fato
indirizza un cavallo alato a colpi di frustino
e noi dovremo ricavarne
il potere dell'invincibilità...

sabato 23 gennaio 2016

UNA CAREZZA SUL CUORE





nel buio di questi nuovi giorni
camminando trovo nuova luce
 respiri
profondi e inattesi
liberi
da tutto
sento la sabbia sotto i piedi
è fredda
perché è inverno
eppure avanzo
e mi fermo
e come una bambina
disegno
una carezza sul cuore


mercoledì 20 gennaio 2016

HO PERSO I TUOI OCCHI





Ho perso i tuoi occhi
dentro il mondo
cosi come si perde
una moneta

ho perso i tuoi occhi
e ora vedo solo con i miei

il mio sguardo
non scopre l'orizzonte
perchè non è
sulla linea retta del tuo

ho perso i tuoi occhi
e sono senza
la complicità dell'attimo
compiuto senza parole




ENTROPIA


il disordine delle cose
è il disordine di me
entropia in continuo aumento
evoluzione senza ritorno
d'origine
corpo abbandonato
dalla filosofia
sul pavimento, scordato
energia che si forma
termodinamica
combustione
di concetto
caos
nuovo inizio
dell'ordine di me...


sabato 16 gennaio 2016

AGAPE


iperboli 
ascese
ampolle
si amplificano
sino allo zenith
di noi
materia e antimateria
uno e due
intelletti metafisici
d'amore
nell'universo
nell'incontro
di un secondo
agape
dispersa tra le stelle


venerdì 15 gennaio 2016

THINKING



di te 
nebbie avvolgono
come mantelli invernali
lucide vanesie velleità di ricordi
un velo di chiffon m'attorciglia
nuda
in quest'ora 
sola nella stanza
mentre la mente evade
come sempre
viaggia verso la terra di nessuno
non sarai meta
mai più
solo contaminazione di pensiero
errante
ora più che mai

lunedì 11 gennaio 2016

RIPARO




è nell'ora fedele dell'imbrunire
che m'adagio alle mie musiche interne

il mio nido
di riparo


sicuro avamposto ora
pacifico e sereno
di ritorno
mentre i viaggi all'orizzonte
scompaiono
non più misteriosi
non più insondabili
a volte così miseri
poiché tanto vulnerabili
e li osservo
senza rimproveri
e cosi poco desiderante
sentendo melodie amorevoli
e tenere
dentro
la mia nuova scoperta...
la tenerezza...